mercoledì 20 agosto 2008

Limericks e favole IV

Cannuccia, shampoo e acqua del Ticino,
fa bolle senza sosta il mio bambino:
volano sferiche
leggere e angeliche;
l'han soprannominato Bollicino.

Ovvero,

Cannuccia, shampoo e acqua della Drina,
fa bolle senza sosta la bambina:
volano sferiche
leggere e angeliche;
l'han soprannominata Bollicina.

5 commenti:

Giuliano ha detto...

E la bambina, dove potrà fare le bolle? Bisognerà mica andare fin sulla Beresina?

Giuliano ha detto...

Ci sto pensando da un po', ma un nome di fiume italiano in -ina non mi viene proprio.
C'è una teoria (a me piace) secondo la quale tutti i fiumi in realtà hanno nomi femminili, solo che noi diciamo "IL fiume" e li abbiamo voltati tutti.
Per esempio, l'Adda è femmina: La Adda. Vale anche per il torrente che passa qui vicino, che tutti dicono "La Lura" e invece a scuola ti insegnano che torrente è maschile e quindi bisogna dire il Lura. Mah! Vado a sfogliare l'atlante geografico, poi torno.

giulia ha detto...

Ho scoperto attraberso Habanera il tuo blog che trovo splendido... Complimenti, Giulia

mazapegul ha detto...

Giuliano: purtroppo il Ticino sè tirato dietro il bambino. Meglio: mi vengono sempre delle bambine e per una volta la rima mi ha deviato. [La Drina (Il Ponte Sulla...), comunque, potrebbe aiutare:
"Cannuccia, shampoo e acqua della Drina..."].
Giulia: grazie. Vorrei rendere il blog più accattivante, ma mi mancano tempo e, soprattutto, costanza. Intanto procedo coi Limericks...

mazapegul ha detto...

Cannuccia, shampoo e acqua della Drina,
fa bolle senza sosta la bambina:
volano sferiche
leggere e angeliche;
l'han soprannominato Bollicina.